Barra del titolo Centro di Coordinamento degli Enti Territoriali Forum per la Società dell'Informazione
 
Piano 2000
Documento 1999
 
Gruppo di lavoro
Segnalazioni stampa
Statistiche
 
   
 
  Mappa del sito

      Curiosità Novità  
   
 Novità ed eventi in corso di organizzazione
 
  Barra laterale

 

Il Centro di Coordinamento per gli Enti Territoriali segnala alcune novità ed alcuni eventi pubblici in corso di organizzazione:

  • P.A.: DIRETTIVA PER LA DIGITALIZZAZIONE
    Il ministero per l'Innovazione e le Tecnologie ha pubblicato on-line la direttiva "Linee guida in materia di digitalizzazione dell'Amministrazione". L’obiettivo del provvedimento e' l’attivazione, gia' a partire dall’anno 2002, di un processo di cambiamento, che consenta un rapido, visibile e misurabile sviluppo dell’innovazione e dell’utilizzo delle tecnologie nelle Amministrazioni dello Stato.

  • Diritto all'accesso: la proposta di legge
    La proposta per il diritto di accesso ai servizi e alle risorse informatiche pubbliche in soli 20 giorni ha raccolto più di 151 adesioni. Ora è stata inviata alle istituzioni. Un diritto che va ben oltre le disabilità .

  • L'Italia è davvero il fanalino di coda della "new economy" in Europa? Secondo quanto sostiene l'economista Giuseppe Pennisi, a Televideo, "dopo una fase di espansione si è verificata una preoccupante battuta d'arresto". Interpretando i dati del rapporto Rur Censis sulle "città digitali 2001" (in collaborazione con il Formez), il professore della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione sottolinea che "solo il 63% dei comuni minori dispone di un dominio Internet registrato". E "solo il 15% dei siti dei capoluoghi e il 9% delle province permettono di compilare moduli on line".

  • Un interessante aggiornamento su xs2web - guida Segnalato perche' insistiamo -caparbi- sui problemi di accessibilita'. Chissa' che poi qualcuno prima o poi ci stia a sentire (Regione Liguria esclusa, perche' fa gia' bene per conto suo)

  • COSE: Il rapporto Città digitali 2001 Non rivela grandi sorprese il Rapporto Censis sulle Città Digitali in Italia - osservatorio privilegiato sulla diffusione dell'informatica pubblica giunto al 6° anno di attività - ma conferma un movimento ormai consolidato e sempre più coordinato delle pubbliche amministrazioni verso la costruzione di un sistema di eGovernment.

  • Amazon ora accessibile ai non vedenti: Il sito dello shopping si aggiorna e con enorme ritardo vara una versione finalmente accessibile. Su Punto Informatico sono è disponibile un approfondimento.

  • l sito ufficiale della Regione Liguria, realizzato da Datasiel S.p.A., è tra i migliori siti istituzionali italiani. Lo dice il Rapporto sulle città digitali, l'indagine annuale del Censis sui siti della pubblica amministrazione.
    Nell'edizione del 2001, tra i siti regionali, il sito della Liguria è secondo solo a Emilia Romagna e Toscana, con il massimo punteggio per l'accessibilità e la qualità delle informazioni sui servizi. Ricordiamo che il sito della Regione Liguria è stato il primo (e l'unico, per ora) ad adeguarsi alle regole dell'accessibilità

  • È in linea E-Liguria, il sito della Regione Liguria dedicato all'e-government. Il piano sull'e-government della Regione Liguria fa seguito al piano nazionale e permetterà agli enti liguri di condividere i progetti per il decentramento che comportano l'uso delle nuove tecnologie.
    Il sito contiene tutte le informazioni, i principali documenti e link di riferimento utili per gli enti che intendono partecipare al progetto.

  • Dalla seconda metà di novembre 2001 il sito del Governo e' accessibile a tutti. Questo vuol dire che ogni pagina rispetta i criteri di accessibilita' dei siti Web per persone disabili stabiliti dal "Web Accessibility Iniziative" (Wai) del W3C.

  • Il Portale Access To Web nasce dalla necessita' di rendere fruibile l'argomento accessibilita' delle risorse web ad una vasta area di soggetti al fine di facilitare quella necessaria formazione di cultura e coscenza indispensabile per accettare l'idea che oggi il web puo' ancora essere cio' che tutti noi sperimentiamo ogni giorno: una comunita' di individui che intrattengono rapporti sociali.
    Fra questi soggetti ci sono persone di tutte le eta', cultura, condizione sociale e disabilita'. L'abbattimento delle barriere al libero accesso alle informazioni Web e' oggi piu' che mai un obiettivo perseguibile...

  • L'Autorità per l'Informatica della Pubblica Amministrazione (AIPA) ha emanato la circolare n. 32 concernente "Criteri e strumenti per migliorare l'accessibilità dei siti web e delle applicazioni informatiche a persone disabili".
    La circolare è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
    http://www.aipa.it/servizi[3/normativa[4/circolari[2/Aipacr32.asp
    Sono disponibili anche qui la versione PDF e la versione RTF del testo.
    Nel quadro dei servizi web delle Pubbliche Amministrazioni non bisogna farsi troppe illusioni. Comunque meglio un editto che niente.
  • La Regione Liguria (tra le prime istituzioni italiane ad aver aderito all'iniziativa) ha completato l'adozione degli standard per l'accessibilità dei siti internet ai disabili previsti dal W3C sul proprio dominio. Adesso le pagine del sito si possono navigare anche utilizzando sintesi vocali e barre braille.

  • È stato aperto un nuovo sito dedicato all'applicazione del piano di e-Government italiano (http://www.pianoegov.it) Il sito e' nuovo ma l'atteggiamento no: il concetto di accessibilità non è noto ai progettisti nè ai committenti del sito stesso. Bobby (http://www.cast.org) segnala una tale quantita' di errori sulla home page che noi stessi esitiamo a rendela pubblica. Provare per credere.

  • SICUREZZA SUL WEB: APPROCCIO STRATEGICO EUROPEO
    La Commissione europea, al Consiglio di Goteborg, ha presentato la Comunicazione "Sicurezza delle reti e sicurezza dell'informazione: proposta di un approccio strategico europeo". E' disponibile qui il testo del documento anche in italiano
  • Dalla newsletter di Palazzo Chigi:
    GUIDA ALLA REDAZIONE DELLE LEGGI

    E' stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la guida alla redazione dei testi normativi che fissa alcuni criteri a cui si devono attenere le amministrazioni che producono le norme. Lo schema vale anche per i contratti di istituto. La guida contiene indicazioni sul titolo, l'organizzazione della materia e la terminologia da utilizzare, allo scopo di ottenere maggiore chiarezza nei testi.

  • Dalla newsletter di Palazzo Chgi:
    IL FORUM DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
    La 12esima edizione del FORUM della Pubblica Amministrazione si svolgerà alla Fiera di Roma dal 7 all' 11 maggio 2001. Il tema chiave proposto è "le pubbliche amministrazioni come fattore di competitivita' in Italia e in Europa". In questa occasione verranno consegnati quattro premi: premio alla qualita' nei servizi sanitari, premio punto.eGovernment, Regionando 2001, premio sicurezza stradale.

  • Il ministero del Tesoro, in accordo con il Poligrafico, offre la consultazione gratuita della Gazzetta Ufficiale online degli ultimi 60 giorni. Un passo verso l'accesso pubblico ai dati pubblici?

  • "Posso continuare o devo chiudere il mio sito, perché non posso registrarlo come testata telematica"? A questa e a tante altre domande risponde il numero 172 di InterLex, che e' un numero speciale, tutto dedicato alla nuova legge sull'editoria (e a quelle vecchie...) e agli adempimenti necessari per mettere in regola i siti internet.

  • l Gestore della Rete Civica ONDE del Comune di Desenzano del Garda ci invia un documento di sintesi con un po' di statistiche sul 2000 di ONDE, per testimoniare il fatto che le Reti Civiche ci sono e sono vive.
  • Dalla newsletter di Palazzo Chigi:
    ACCESSIBILITA' SU INTERNET
    Il Ministro della Funzione Pubblica ha firmato la Direttiva su l'Organizzazione, l'Usabilita' e l'Accessibilita' dei siti Web delle pubbliche Amministrazioni, indirizzata a tutte le amministrazioni dello Stato. La direttiva segue la via indicata dal Consorzio Mondiale del Web (W3C), di cui e' membro anche la Presidenza del Consiglio.
    http://www.governo.it/sez_dossier/linee_web/index.html
  • Nell'inserto New Ecomony del Sole 24 ore del 14 marzo (http://www.neteconomy24.ilsole24ore.com/ne_index.jhtml) ci sono molti articoli di grande interesse per la PA. Tra gli altri: La rivoluzione in Canada (la strategia comune Governo-imprese ha trasformato il Paese in un avamposto hi-tech) e La marcia in piu' dell'e-government (la tecnologia nelle PA europee).
  • Dalla newsletter di Palazzo Chigi:
    TESTO UNICO: DUE RAPIDE GUIDE PER CITTADINI E AMMINISTRAZIONI In rete le guide per i cittadini e per le amministrazioni. Dal 7 marzo le pubbliche amministrazioni non possono piu' chiedere ai cittadini i certificati in tutti i casi in cui si puo' fare l'autocertificazione, e dunque nel 95% dei casi. Le novita' importanti del Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa sono illustrate in due rapide guide. http://www.funpub.it/guidatu/
  • Dalle news del Portale Access To Web (xs2web) La Direzione Nazionale dell'Unione Italiana dei Ciechi ha organizzato per il 7 aprile a Palermo un seminario sull'accessibilita' ai siti web. Tale seminario sara' rivolto ai componenti del Comitato Nazionale "Ausili e Tecnologie" dell'Unione Italiana Ciechi, i componenti del Gruppo di Contatto Uictech i componenti dell'Osservatorio Siti Internet (O.S.I.), costituito dall'U.I.C. rappresentanti dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (A.N.C.I.), rappresentanti dell'Unione Province d'Italia (U.P.I.), rappresentanti della Conferenza Stato Regioni, rappresentanti del Dipartimento della Funzione Pubblica, i web master dei siti dei Ministeri e dei due rami del Parlamento.

  • A proposito di accessibilità ci viene segnalato che qualche sito espone il logo Bobby Approved ma in realtànon è affatto certificato. Segno evidente che il problema è sentito, ma anche segno che ci sono in giro webmaster che non si vergognano del proprio atteggiamento truffaldino.

  • La Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dip. Funzione Pubblica), la Regione Piemonte, la Provincia di Torino ed il Comune di Torini, con il coordinamento del Prefetto di Torino, con l'adesione di altri 53 Enti pubblici di vario tipo (tra cui 18 Comuni della Provincia), hanno firmato il 2 marzo 2001 un protocollo d'intesa per la costruzione di un PORTALE PER LA SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA. per rendere più agevole l'applicazione delle disposizioni in materia di controlli sulle dichiarazioni sostitutive e di acquisizione d'ufficio di dati relativi a stati, qualità personali e fatti. Al suddetto fine il protocollo promuove la partecipazione delle amministrazioni pubbliche e dei gestori di pubblici servizi ad una sperimentazione, in ambito informatico, per la gestione degli adempimenti amministrativi a carico delle amministrazioni stesse relativamente al riscontro delle autocertificazioni e all'acquisizione d'ufficio di dati e informazioni.

  • Prosegue sul sito della Regione Liguria il lavoro di adeguamento agli standard per l'accessibilità del W3C. Chi naviga usando convertitori vocali o barre braille può navigare sul 70% del sito, in particolare: in tutta la parte dedicata alla comunicazione istituzionale (Ente, Giunta, Consiglio, Europa, Banche dati) nell'area turistico - culturale (Scoprire la Liguria) e in quasi tutta l'area "Salute e sociale". http://www.regione.liguria.it
  • l 5 marzo 2001, il Dipartimento della Funzione Pubblica e il Formez, nell'ambito di un seminario che presenterà il nuovo piano di attività 2001 del Formez, cui prenderà parte il Senatore Franco Bassanini, Ministro per la Funzione Pubblica, presenteranno un nuovo sito per lo scambio di esperienze di innovazione tra le Pubbliche Amministrazioni. Il sito si pone l'obiettivo di sviluppare un'azione strutturata di diffusione di esperienze di successo realizzate dalle Pubbliche Amministrazioni e costituire, allo stesso tempo, un luogo d'incontro e di confronto in cui lo scambio di conoscenze e di competenze diventi il motore per lo sviluppo della cultura dell'innovazione nelle Pubbliche Amministrazioni. Presentiamo qui il programma.
  • Da Interlex:
    Ecco come si uccide l'internet in Italia: tra leggi approvate, progetti legislativi ed emendamenti killer, se l'andazzo non cambia gli operatori dovranno fare le valige e trasferirsi all'estero. Su InterLex n. 164 una rassegna delle assurdità legislative degli ultimi tempi e un campionario delle proposte di legge che (per fortuna) il Parlamento non farà in tempo ad approvare.

  • Dalla newsletter di Palazzo Chigi:
    La confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola media impresa propone online la legislazione e le informazioni sulla semplificazione amministrativa.
    http://www.cna.it/progetti/semplificazione/index.htm
  • Dalla newsletter di Palazzo Chigi:
    IL PORTALE PER LA FORMAZIONE Nasce Forma Pubblica, il primo portale tematico dedicato alla formazione per la Pubblica Amministrazione. Offre un database di corsi a catalogo, gare, concorsi pubblici, enti di formazione, iniziative specifiche e scambi formativi. Una sezione e' dedicata alle informazioni sui principali strumenti finanziari italiani e comunitari.
    http://www.formapubblica.it
  • Dalla newsletter di Municipia:
    Il Dipartimento per lo sviluppo dell'e-government dello Stato della Virginia ha lanciato, l'1 febbraio 2001, in collaborazione con il gruppo di lavoro del Centro per le Opportunità Virtuali (VOC), un sito web dedicato alla raccolta dei migliori progetti contro il digital divide. Il sito vuole essere un vero e proprio laboratorio virtuale, in cui tutti coloro che si occupano di informazione digitale per comunità possono confrontarsi su idee e soluzioni per allargare l'accesso agli strumenti informatici e ad Internet al più ampio numero di persone possibile. Centro per le Opportunità Virtuali: http://www.voc.state.va.us

  • L'oggetto e' a suo modo sconcertante. Sostituisce la tastiera con due manopole rotanti. Si tratta di uno strumento ergonomicamente interessante e senz'altro utile per alcune forme di disabilità motoria.
    http://www.keybowl.com/products/howitworks.htm

  • ACCEDERE A INTERNET: seminario di introduzione alle tecniche per accedere all'informazione in Rete con particolare attenzione alla realizzazione di pagine web accessibili SABATO 10 FEBBRAIO dalle ore 16.00 a Firenze (hacklab Firenze) http://strano.net/news/2001/xs2web1.htm

  • L'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni ha indetto una consultazione pubblica in materia di qualita' dei servizi di telecomunicazioni. Si puo' scrivere per raccomandata o per e-mail entro il 23 marzo. Oggetto della consultazione sono, tra l'altro: la qualita' del servizio, la trasparenza delle transazioni telefoniche, le informazioni da dare agli utenti o le modalita' di riaccredito.
    http://www.agcom.it/provv/d_870_00_CONS.htm#allegatoA

  • L'AIPA ha pubblicato la bozza del documento Strumenti per migliorare l'accessibilità, elaborato dal gruppo di lavoro su "Accessibilità e tecnologie informatiche nella PA", al fine di ricevere eventuali contributi soprattutto in termini di indicazioni per il raggiungimento di un sufficiente grado di accessibilità per qualunque tipologia di disabilità (accessibilità universale). I contributi possono essere inoltrati all'Autorità mediante posta elettronica entro il 15 marzo p.v.
    A valle delle osservazioni pervenute, l'Autorità procederà alla emanazione di una propria normativa in materia.

  • Dalla Newsletter del Forum per la Societa' dell'Informazione
    La Architectural and Transportation Barriers Compliance Board, (http://www.access-board.gov/) un’agenzia federale statunitense indipendente che si occupa di problemi di accessibilità, ha stabilito che tutti i siti governativi siano completamente accessibili ai disabili. Tutte le agenzie governative devono riprogettare entro sei mesi i propri siti non accessibili. Fanno eccezione quelli connessi alla sicurezza nazionale, militari, dei servizi segreti e di comunicazione criptata.

  • La Conferenza unificata Stato-Regioni-autonomie locali del 18 gennaio ha dato il via libera all'utilizzazione di una prima tranche di 580 miliardi (dei 1.335 previsti) da parte degli enti territoriali, destinata al conseguimento degli obiettivi fissati dal progetto di e-government, varato nel luglio scorso per la realizzazione di un amministrazione elettronica del Paese. L'articolo di commento de "Il Sole 24RE".

  • Dalla Newsletter di Palazzo Chigi:
    Segnaliamo la banca dati del fisco che permette di trovare tutte le disposizioni tributarie con una ricerca per argomento o per documenti. Il Ministero delle Finanze ha infatti messo su Internet il Servizio di Documentazione Tributaria, la cui consultazione era prima riservata all'amministrazione.
    http://www.governo.it/sez_newsletter/documenti/fisco.html

    Nasce il progetto Air del Ministero della Funzione Pubblica per analizzare dell'impatto delle leggi prima che entrino in vigore. L'Air, Analisi l'Impatto della Regolamentazione, consiste nella valutazione preventiva degli effetti dei provvedimenti per le amministrazioni pubbliche e per l'attivita' dei cittadini e delle imprese.
    http://www.funpub.it/air/

    Notai, geometri, architetti, ecc, potranno abbonarsi ad un servizio del Ministero delle Finanze per avere online le informazioni catastali. Le pubbliche amministrazioni, invece, sono esenti dai diritti di visura. La registrazione, trascrizione e voltura degli atti immobiliari si puo' risolvere in un semplice 'clic' del mouse senza dover piu' fare la fila agli uffici del catasto.
    http://www.governo.it/sez_newsletter/documenti/catasto.htm
  • Dalla Newsletter Municipia:
    I contenuti digitali e online assumeranno sempre maggiore rilievo anche nelle istituzioni pubbliche. In questa prospettiva, la Commissione Europea offre alla PA un'interessante occasione di collaborare e comunicare con le aziende impegnate nel settore dell'ICT tramite il progetto "eContent". Varato il 1° gennaio 2001 e attivo fino al 31 dicembre 2005, eContent prevede l'erogazione di finanziamenti ad aziende del terziario per incentivare la creazione, lo sviluppo e la commercializzazione di contenuti digitali, e sostenere il principio del pluralismo linguistico nei siti dei paesi membri dell'Unione. Nella presentazione del progetto (disponibile in formato pdf sul sito della UE) viene data rilevanza a progetti mirati all'utilizzo delle informazioni del settore pubblico, che è chiamato quindi a collaborare con le aziende in vista di un comune obiettivo reciprocamente vantaggioso. Nella Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea verranno pubblicati di volta in volta i bandi per la presentazione dei progetti da parte delle imprese e per l'adesione delle Pubbliche Amministrazioni. Info: econtent@cec.eu.int
    Web: http://europa.eu.int/

  • Dalla newsletter del Forum della Pubblica Amministrazione:
    COSE: "punto.eGovernment" un premio per l'innovazione nella P.A. locale
    Il piano di azione sull'e-government varato dal Governo italiano nel giugno scorso aggiunge una quarta "e" al programma di riforma della pubblica amministrazione: efficacia, efficienza, economicità ed e-government sono infatti i quattro principi che devono informare il processo di modernizzazione del servizio pubblico avviato con le leggi di riforma. Ma siamo veramente vicini al traguardo dell'amministrazione in rete prefigurato dall'Action Plan? Re-SET, la Rete per lo Sviluppo delle Economie Territoriali, in collaborazione con Formez e con il patrocinio del Dipartimento della Funzione Pubblica, ha lanciato "punto.e-Government", una importante iniziativa di raccolta e valorizzazione delle migliori esperienze di utilizzo dell'ICT in chiave di e-government realizzate dalle pubbliche amministrazioni locali. L'obiettivo è di delineare una mappa dell'e-government in Italia e costruire una rete interistituzionale per favorire il trasferimento dell'innovazione. C'e tempo fino al 31 gennaio per aderire all'iniziativa.
    http://www.forumpa.it/forumpanet/2001/01/09/cose.html

  • CERTIFICATI: E' COMPITO DEGLI UFFICI
    Le amministrazioni pubbliche non potranno più chiedere ai cittadini i certificati già in possesso della pubblica amministrazione (Art. 43) e saranno obbligate ad accettare l'autocertificazione dei cittadini, anche se inviata via fax o per via telematica (Art. 38). Queste norme sono contenute nel Testo Unico sulla documentazione amministrativa che adesso ha ottenuto la registrazione della Corte dei Conti e diventa attivo. La richiesta dei certificati da parte di un impiegato sarà considerata una violazione dei doveri d'ufficio. Ad esempio, non potranno più essere richiesti i certificati anagrafici, quelli relativi alla situazione reddituale, al titolo di studio, alla qualifica posseduta, all'iscrizione in albi, al non aver riportato condanne penali (Vedi elenco all'art. 46). Non bisognerà più presentare certificati neanche per sposarsi. Infatti spetta all'ufficiale di stato civile procurarsi la documentazione necessaria.

  • COME DEVONO COMPORTARSI I DIPENDENTI PUBBLICI
    Non accettare regali, dedicarsi al servizio della nazione e dei cittadini, non avere conflitti di interesse privati con la propria funzione pubblica. Ecco alcuni dei principi del nuovo codice di comportamento per i dipendenti pubblici, preparato dal Ministero per la Funzione pubblica. Il codice indica principi e criteri per il comportamento quotidiano dei dipendenti pubblici, in modo da assicurare il rispetto degli obblighi di diligenza, lealtà e imparzialità stabiliti dalla Costituzione. Al codice di comportamento, valido per tutti i dipendenti pubblici, si affiancheranno agli ulteriori codici emanati dalle singole amministrazioni.

  • Il Governo Italiano ospiterà a Napoli (Palazzo Reale e Castel dell'Ovo), dal 15 al 17 marzo 2001, il Terzo Global Forum sulla "governance", che sarà dedicato al tema del governo elettronico come strumento di democrazia e sviluppo. Il primo Global Forum si è tenuto a Washington nel gennaio 1999, con la partecipazione del Presidente Clinton, mentre il secondo ha avuto luogo a Brasilia nel mese di maggio scorso. Il Forum di Napoli sarà di particolare interesse anche per il G8. Al vertice di Okinawa, infatti, è stato deciso di istituire una speciale "digital opportunity task force" (la "dot-force") con il compito di presentare ai Leaders, per il Summit di Genova, un rapporto con proposte d'azione per affrontare il problema del "digital divide" tra Stati e promuovere il dialogo e le iniziative tra i paesi più industrializzati e quelli in via di sviluppo sulle possibilità offerte dalle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) per la crescita del benessere mondiale.
  • Il ministero delle Finanze da ieri ha attivato la sezione del proprio sito dedicato alla normativa fiscale. Leggi, decreti applicativi e circolari ministeriali sono ora consultabili su Internet. Notizia riportata dalla newsletter di Punto Informatico del 5/1/2001: http://punto-informatico.it/pi.asp?i=34500

  • E' disponibile (in formato PDF 400 Kb) il Testo Unico approvato ed in vigore dal 1 gennaio 2001 contenente le DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E REGOLAMENTARI IN MATERIA DI DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

  • L'indagine annuale sulle "Città digitali" condotta da Assinform-Rur-Censis che fornisce gratuitamente il testo di sintesi della ricerca però funziona bene solo con EXPLORER [Emoticons: faccina triste] e, comunque, sui Comuni qualche magagna ce l'ha ... pone in testa alla classifica per Regioni il sito web della Liguria. Curato dal Servizio Sistemi Informatici dell'Ente, con la realizzazione tecnico-redazionale di Datasiel S.p.A. e la collaborazione costante di tutte le strutture regionali, il sito rispecchia una precisa scelta della Regione: puntare sui servizi e offrire un contatto diretto ai cittadini e alle imprese.

  • Dalla newsletter del Governo italiano:
    Perchè la rete sia di tutti, è importante che tutti possano avere accesso ai suoi contenuti. Segnaliamo a questo proposito le linee guida del W3C (anche in versione italiana) per costruire siti che rispettano i criteri di accessibilità.
    Il sito della Presidenza del Consiglio sta preparando pagine accessibili anche per chi non può visualizzare le immagini. Questo consentirà un uso di queste pagine tramite wap o computer palmari, ma anche la trasformazione del contenuto "solo testo" di queste pagine in una forma "parlata" per non vedenti, grazie ai software di lettura (screen reader), già disponibili in commercio.
    http://www.governo.it/sito_internet/wai.html

  • Una interessante proposta di integrazione della prossima Legge Finanziaria e' la norma che definisce (finalmente!) che l'accesso ai dati pubblici deve essere pubblico e non oneroso. Il Centro di Coordinamento degli Enti Territoriali aveva organizzato all'ultimo Forum PA un convegno esattamente su questo tema (I dati pubblici sono pubblici?). In quella sede praticamente tutti i partecipanti si erano dimostrati unanimi. Speriemo che l'unanimita' sia confermata in Parlamento ...
    Il testo della proposta e' riportato in: http://www.interlex.it/pa/em_milio.htm

  • Accessibilita' delle risorse web Il Portale Access To Web (xs2web) nasce dalla necessita' di rendere fruibile, "accessibile", l'argomento accessibilita' delle risorse web ad una vasta area di soggetti al fine di facilitare quella necessaria formazione di cultura e coscenza indispensabile per accettare l'idea che oggi il web puo' ancora essere cio' che tutti noi sperimentiamo ogni giorno: una comunita' di individui che intrattengono rapporti sociali. Fra questi soggetti ci sono persone di tutte le eta', cultura, condizione sociale e disabilita. L'abbattimento delle barriere al libero accesso alle informazioni Web e' oggi piu' che mai un obiettivo perseguibile.

  • Dalla Newsletter di PUNTO.IT riportiamo un elenco di iniziative in corso, di programmi futuri e di risultati ottenuti dal governo inglese. Come potrete notare la quantità di iniziative prese dal Governo inglese è impressionante...

  • Una pubblica amministrazione orientata ai risultati e realmente al servizio dei cittadini è l’obiettivo di una comunità di “innovatori” che già esiste su tutto il territorio nazionale, anche se spesso non ha consapevolezza della propria consistenza e della propria forza. Ad essa è dedicato “FORUM P.A. net”: una newsletter che ha l’obiettivo di costruire una rete di comunicazione utile a quel cambiamento culturale che il Paese si aspetta.

  • ZALEUCO rivista di vita forense a proposito della quale, tra le ultime novità, segnaliamo: - "INFORMATION TECHNOLOGY & LAW: Le nuove tecnologie informatiche nel mondo del diritto" con il Patrocinio del Ministero dell'Industria del Commercio e dell'Artigianato; il programma del convegno che si terrà il 20 novembre 2000 presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Urbino ma soprattutto l'iniziativa LEGGIGRATIS per ottenere l'accesso gratuito via Internet a leggi e sentenze. Il Disegno di Legge "LEGGIGRATIS" è in Commissione Giustizia al Senato. Non e' ancora iniziato l'esame. SI puo' aderire all'iniziativa inviando un e-mail a zaleuco.net@tin.it.

  • E' uscito a settembre 2000, il report sulle Strategie pubbliche per la Societa' dell'Informazione negli Stati Membri dell'Unione Europea (Progetto ESIS). L'Italia ne esce abbastanza bene. Il report e' in inglese.

  • La Regione Liguria sta proseguendo l'encomiabile lavoro di adeguamento agli standard W3C per l'accessibilità dei siti internet ai disabili. Oggi sono "a norma" tutte le parti istituzionali del sito. Utilizzando sintesi vocali e barre braille si possono visitare le sezioni: Ente, Giunta, Consiglio, Europa, Banche dati.

  • Ha iniziato le sue pubblicazioni la newsletter del Governo italiano, con news, dossier, banche dati e link alle istituzioni, che si presenta come un appuntamento settimanale di notizie e link, recapitato direttamente alla casella di di posta elettronica di chi lo richiede.

  • E' uscito il numero 21 di Telema, rivista della Fondazione Ugo Bordoni, interamente dedicato a a Internet e agli usi reali e potenziali della rete

  • E' stato reso pubblico il Rapporto sullo Sviluppo della Società dell'Informazione, a cura della Presidenza del Consiglio - Forum per la Societa' dell'Informazione

  • Testo del Decreto 25 settembre 2000 che istituisce l’Unità permanente per l’elaborazione della strategia di “e_government” alla quale sono attribuiti i compiti di cui al punto 3.1 del Piano d’Azione del Governo

  • Segnaliamo l'apertura del nuovo sito del Consiglio di Stato.

  • In risposta all'analisi effettuata dal Centro di Coordinamento in merito all'accessibilità dei siti web, la Regione Liguria ci ha segnalato la sua esperienza inviandoci un'interessante riflessione sul tema che proponiamo in questo sito.

  • Segnaliamo il nuovo sito RC-RER - "Comunità virtuale degli operatori di reti civiche"-, lanciato dalla Regione Emilia Romagna. Il sito promuove l'incontro, la discussione e il confronto tra gli operatori della pubblica amministrazione sui temi delle nuove tecnologie, dell'informazione e della comunicazione. E' possibile accedere alle risorse del sito attraverso diverse modalità di partecipazione, sia in qualità di ospite (nel qual caso si accede alla risorse in sola modalità di lettura), come partecipante (per collaborare alle attività del sito attraverso la creazione di reperti, l'inserimento di documenti, l'invio di news, la partecipazione ai forum), o infine come moderatore (con alcune responsabilità rispetto alla gestione di determinate parti del sito, come i forum di discussione).

  • L'11 settembre scorso, Donato Taddei ha inviato ai 620 Deputati del Parlamento italiano una bozza di disegno di legge, compilata da lui stesso, per la regolamentazione del diritto di accesso ai servizi e alle risorse informatiche pubbliche. Riportiamo qui il testo della proposta perché ci sembra un buon contributo ad un'iniziativa doverosa del Parlamento che ancora tarda a concretizzarsi.

  • E' disponibile in Rete un nuovo servizio per favorire la mobilita' nel pubblico impiego. Sul sito web Comuni.it e' ora presente una intera sezione in cui lavoratori ed enti locali possono scambiarsi informazioni, cosi' da facilitare e rendere immediata la comunicazione tra ente e cittadino, favorendo il buon esito delle domande di mobilita'. I cittadini possono inserire su Comuni.it la propria richiesta di interscambio e leggere gli avvisi di mobilita' inviati dai comuni; analogamnete i Comuni possono mettere online le proprie richieste di personale e cercare un eventuale candidato per il posto che hanno a disposizione. A completare le informazioni presenti sul sito ci sono la normativa relativa alla mobilita' per interscambio ed alcune letture di approfondimento sull'argomento: Web: Comuni.it, sezione "mobilita' del lavoro": (8 settembre 2000, www.municipia.it).

  • Da Fourthwave segnaliamo un recente breve report sul Digital Divide e sulle iniziative che vari governi, organizzazioni ed aziende private (soprattutto USA), profit e non profit, stanno avviando.

  • Il CCET sta contribuendo ad una iniziativa specifica sul sistema scolastico, che ha inizio in occasione dell'avvio della riforma del Ministero della Pubblica Istruzione. Si tratta di una sperimentazione (avviata in Piemonte con il protocollo d'intesa firmato il 24 luglio scorso) dell'uso della rete unitaria della Pubblica Amministrazione piemontese da parte del Ministero della Pubblica Istruzione, di tutti gli Enti Locali piemontesi, dell'Università di Torino, del Politecnico di Torino e dell'IRRSAE Piemonte per un progetto unitario di rete che colleghi tutte le istituzioni scolastiche piemontesi, i loro plessi, succursali e sedi staccate così da consentire a tutti gli allievi di fruire delle opportunità offerte alla didattica dalle nuove tecnologie, a tutto il personale di formarsi e a tutti gli uffici interessati di scambiare i flussi informativi necessari per la gestione amministrativa, fermo restando gli impegni già assunti tramite le rispettive strutture.

  • L'AIPA ha presentato la bozza del nuovo piano triennale 2001-2003.

  • Il governo francese ha reso pubblico il proprio piano d'azione per lo sviluppo della Società dell'Informazione. Da uno studio dell'Andersen Consulting la Francia si posiziona al quinto posto mondiale e al primo in Europa per lo sviluppo dei servizi di e-government. Significativa è la percentuale del prodotto interno lordo dedicata agli investimenti in tecnologie informatiche, soprattutto se confrontata alla situazione italiana. L'articolo di commento de "Il Sole 24 ORE" del 6 settembre.

  • Il sito della Direzione Didattica di Pavone, già segnalato qualche tempo fa, ha aggiunto, nella parte dedicata alle Risorse Internet per i bambini, un ramo intero (e parecchi nodi) dedicati al problema dell'ACCESSIBILITÀ. Lo segnaliamo sia per l'importanza del tema sia per la forma (è una rete semantica) con cui è stata realizzata quella parte del sito.

  • 2 pagine intere del Sole 24Ore di Lunedì 14 agosto 2000 dedicate al decennale della legge 241/90. Per quelli che le avessero perse, segnaliamo in particolare (e riportiamo qui) alcuni articoli:
  • L'Autorità Informatica per la Pubblica Amministrazione ha emanato la RACCOMANDAZIONE n. 1/2000, riguardante le Norme provvisorie in materia di sicurezza dei siti Internet delle Amministrazioni Centrali e degli Enti Pubblici, che riportiamo qui in formato PDF e in formato DOC.

  • Ci segnalano dal Comune di Catania una interessante opportunità per gli Enti Territoriali, data da una Convenzione che il Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica, avvalendosi della società Consip S.p.A., ha concluso per le forniture di servizi di telefonia vocale fissa, di base ed aggiuntivi, ivi incluse le attività e le forniture relative all'attivazione dei medesimi servizi, e compresi i servizi idonei al monitoraggio dei consumi e al controllo della spesa, mediante l'utilizzo di nuove tecnologie e soluzioni organizzative, attraverso strumenti di "Information Technology", in favore delle singole Amministrazioni contraenti. Le Amministrazioni centrali periferiche dello Stato sono invitate ad aderire al più presto: avendo la Convenzione durata di un anno dal momento della stipula, infatti, più tardiva sarà l'adesione nel corso dell'anno e minori saranno i vantaggi conseguibili in termini di risparmio. Le restanti Pubbliche Amministrazioni hanno facoltà di aderire, ovvero devono utilizzare i parametri di qualità e di prezzo per l'acquisto dei beni comparabili con quelli oggetto delle medesime Convenzioni. I risparmi previsti (e garantiti dalla Convenzione) sono articolati per tipo di chiamata e vanno dal 49% sulle telefonate urbane all'83% sulle interurbane. Per maggiori informazioni, forniamo qui, in formato PDF, il testo della Circolare del Ministero con cui è annunciata l'iniziativa ed una Guida all'Utilizzo della Convenzione stessa ma, in tutti i casi, suggeriamo una visita al sito http://www.acquisti.tesoro.it dove sono segnalate anche altre iniziative analoghe su altri tipi di forniture.

  • Riportiamo qui (in formato PDF) un documento della Commissione delle Comunità Europee, nato all'interno del Progetto Di Comunicazione della Commissione agli Stati Membri, su "LE REGIONI NELLA NUOVA ECONOMIA": Orientamenti Relativi alle Azioni Innovative del FESR nel Periodo 2000-2006, di sicuro interesse per le Amministrazioni regionali italiane.

  • Il Sen. Bortolotto ha presentato martedi' 11 luglio un'interpellanza al Ministro della Pubblica Istruzione sul problema della accessibilita' dei prodotti multimediali, in relazione anche alla diffusione di sistemi informatici nelle scuole. Aspettiamo con curiosita' la risposta del Ministro.

  • Nell'arco del mese di giugno il Governo ha varato due importanti documenti relativi all'uso delle tecnologie dell'informazione, della comunicazione e della conoscenza. Si tratta del Piano d'Azione del Governo per la new economy (di cui riportiamo qui sia la sintesi che il testo integrale), contenente le misure per facilitare e accelerare l'introduzione nell'economia italiana delle tecnologie suddette, e del Piano di Azione del Governo sul processo di innovazione tecnologica nelle Pubbliche amministrazioni (di cui riportiamo qui sia la sintesi che il testo integrale).
    Il secondo, relativo al cosidetto e-government, di notevole interesse per gli Enti Territoriali, che sono chiamati a svolgere un ruolo non secondario nell'operazione, prevede tappe certe per raggiungere nell'arco di tempo di 10-12 mesi (e senza varare alcuna nuova legge) tre obiettivi generali:

    • Migliorare l’efficienza operativa interna delle Amministrazioni
    • Offrire ai cittadini e alle imprese servizi integrati e non più frammentati secondo le competenze dei singoli enti di governo

    • Garantire a tutti l’accesso telematico alle informazioni e ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni.

    L'impostazione è molto seria ed anche innovativa poiché trova il modo di indicare, in modo molto preciso e netto, azioni concrete (anche se in qualche caso da approfondire o comunque da chiarire con maggiore dettaglio) da attuare in tempi certi. Forse l'unico problema è proprio quello dei tempi: in qualche caso può sembrare poco realistico affrontare e risolvere in pochi mesi questioni su cui si dibatte da parecchio.
    Consigliamo caldamente agli interessati di non fermarsi alle sintesi, che non rendono merito sufficiente alle proposte fatte ed alle decisioni prese.
    Sullo stesso argomento segnaliamo: "Il futuro, tra il libro dei sogni e la scommessa", commento di Manlio Cammarata pubblicato su Interlex.

  • E' disponibile una Comunicazione della COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE, del 04.02.2000 (COM(2000) 48 definitivo) relativa alle Strategie per l'occupazione nella società dell'informazione

  • Il Centro di Coordinamento degli Enti Territoriali ha aperto una lista di discussione dedicata alla Semplificazione amministrativa ed allo Sportello Unico, per contribuire ad approfondire il dibattito (fra addetti ai lavori ma non solo) sui problemi legati alla semplificazione degli atti amministrativi, con una particolare attenzione a quanto può essere fatto nell'ambito delle attività inerenti lo sportello unico per le imprese. Come primo contributo riportiamo qui (in formato PDF) un documento, stilato dal Dipartimento Funzione Pubblica e proposto dal Ministro Bassanini come Piano d'Azione a breve, in cui sono elencati alcuni nuovi Provvedimenti per la piena attuazione delle disposizioni relative all'istituzione di sportelli unici per gli impianti produttivi, insieme ad una breve ma importante nota presentata al Gruppo di lavoro sullo Sportello Unico dell'ANCI, che sottolinea alcune parti assai critiche del Piano d'Azione suddetto e fa delle concrete proposte di lavoro alternative.

  • Il Centro di Coordinamento degli Enti Territoriali ha partecipato ai lavori del Forum della Pubblica Amministrazione 2000 contribuendo, nell'ambito del Tema 2 (La qualità dei servizi pubblici e i nuovi assetti di mercato) all'organizzazione ed allo svolgimento del Convegno "Il patrimonio informativo della P.A. come servizio. I dati pubblici sono pubblici?", promosso dal CSI-Piemonte. Sono presenti in questo sito una descrizione dell'iniziativa e i testi delle relazioni svolte.
    A proposito della Pubblicità dei dati pubblici segnaliamo un documento di grande interesse (anche per le modalità con cui è stato costruito) che è il rapporto per il Primo Ministro della Repubblica Francese, dal titolo Diffusione dei dati pubblici e rivoluzione digitale, curato dall'Atelier "Strumenti innovativi al servizio della diffusione dei dati pubblici", presidente Dieudonné Mandelkern, estensore Bertrand du Marais, pubblicato nell'ottobre 1999. Il suddetto Atelier afferisce al progetto "Lo Stato e le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione".
    Il Rapporto completo è disponibile qui in francese e in italiano in formato PDF oppure, in formato RTF, sul sito originale de La Documentation Française.


Per ulteriori segnalazioni di notizie e articoli estratti da alcune fonti informative interessanti, tra cui quattro quotidiani italiani, vedere Segnalazioni stampa.

 

(pagina aggiornata al 29.01.2002)

 
   
   
 
Cornice di chiusura